Europe Direct Brescia C/O Villa Galnica - Via Roma, 4 - 25080 Loc. Castello, Puegnago del Garda (BS)
+39 0365 - 651085

Fondo Sociale Europeo +: pubblicato un bando per contrastare la disoccupazione a lungo termine

La Commissione ha lanciato un invito a presentare proposte del valore di 23 milioni di euro per aiutare gli Stati membri dell’UE a sviluppare nuovi modi per combattere la disoccupazione di lunga durata e sostenere le persone a trovare la strada per rientrare nel mercato del lavoro.

Attraverso questo invito a presentare proposte, finanziato nell’ambito dell’iniziativa “Innovazione sociale+” del Fondo sociale europeo Plus (FSE+), la Commissione intende basarsi su precedenti iniziative di valore e rafforzare il ruolo delle organizzazioni dell’economia sociale. 

Nuovi approcci per aiutare le persone a trovare lavoro

La lotta contro la disoccupazione di lunga durata — vale a dire persone che hanno perso il lavoro da più di un anno — rimane una criticità in molti Stati membri. Nel 2022 nell’UE sono stati registrati 4,5 milioni di persone di età superiore ai 25 anni come disoccupati di lunga durata. 

Più a lungo una persona rimane disoccupata, più è difficile trovare un lavoro, aumentando il rischio di povertà ed esclusione sociale. Le misure tradizionali, come la formazione senza un sostegno personalizzato, sono spesso insufficienti per affrontare il problema in modo efficace. 

Alla ricerca di soluzioni, una recente relazione finanziata dall’UE ha dimostrato il potenziale di approcci innovativi come le cosiddette “garanzie di lavoro ” per aiutare i disoccupati di lungo periodo a rientrare nel mercato del lavoro.

Questi includono esempi come i Territori di disoccupazione a lungo termine zero in Francia, un’iniziativa che è stata recentemente introdotta in Belgio.

Questi sistemi possono avere numerosi vantaggi: possono fornire servizi utili a un costo accessibile per la comunità locale, offrire un nuovo percorso di occupazione per le persone che sono state senza lavoro da molto tempo e contribuire a colmare le lacune in termini di manodopera e competenze.

Le organizzazioni hanno tempo fino al 30 settembre 2024 per presentare le loro proposte, che devono coinvolgere organizzazioni di almeno due paesi diversi all’interno dell’UE, Islanda, Montenegro, Norvegia e Serbia. 

I progetti possono durare fino a 36 mesi e possono ricevere sovvenzioni che vanno da 1 a 3 milioni di EUR per progetto.

Una sessione online del 28 maggio 2024 offrirà la possibilità di porre domande sull’invito, mentre sarà organizzata anche una sessione di match-making per facilitare la creazione di nuove partnership per costruire progetti. 

Per maggiori dettagli è possibile visitare il sito ufficiale della call.